La maggior parte delle donne per strada indosserebbe gonne, sebbene i jeans siano ammessi in alcune posizioni.

La maggior parte delle donne per strada indosserebbe gonne, sebbene i jeans siano ammessi in alcune posizioni.

La maggior parte delle donne per strada indosserebbe gonne, sebbene i jeans siano ammessi in alcune posizioni. In ogni unità residenziale c’era una spia ufficiale del regime che trasmetteva al governo tutte le azioni dei residenti. Ogni tanto un occhio è stato chiuso un occhio. Ad esempio, una donna anziana ha affittato la sua stanza come “albergo a ore” per integrare il suo reddito. Un giorno, invece, ha osservato come un gelataio fosse stato improvvisamente portato via con la forza da due grossi poliziotti davanti ai suoi occhi.

Puoi trovare il libro di Travis Jeppesen “” Ci vediamo di nuovo a Pyongyang “” qui. *

Anche l’attore britannico “” Monty Python “” Michael Palin ha trascorso un po ‘di tempo in Corea del Nord. L’attore e giornalista di viaggio ha girato lì un documentario per l’emittente britannica “Channel 5”. Lo stesso Palin ha riferito di numerosi regolamenti che hanno dovuto osservare durante le riprese. Ad esempio, le statue di Kim Il-sung e Kim Jong-il potevano essere incluse solo nella loro interezza. Nel frattempo, alla troupe non è stato permesso di filmare. Anche la spazzatura per strada o i residenti che indossavano solo una maglietta intima non erano ammessi nella foto. Erano costantemente accompagnati e monitorati dai militari. Quando gli è stato chiesto se avesse una Bibbia con sé, ha risposto “” No “”. È stato molto, molto attento durante l’intera ripresa.

“” Michael Palin in Corea del Nord “”. Qui puoi vedere un estratto dal documentario.

A parte la rigida politica del regime, la vita quotidiana assomiglia in parte ai costumi occidentali. Sul sito web statunitense “” NK News “” (North Korea News), i nordcoreani che ora vivono all’estero hanno rivelato come si possa immaginare la vita quotidiana nel paese isolato:

I nordcoreani e l’alcol

I nordcoreani bevono molto e superalcolici, secondo un locale. “” Non ci sono molti bar, ma l’alcol può essere bevuto nei ristoranti, al mercato o nelle fabbriche (che producono bevande alcoliche; ndr) da bere a casa “, dice un nordcoreano. Nella sua città natale c’era un solo ristorante che vendeva alcolici ed è andato molto bene. Ci sono due tipi di alcol in Corea del Nord: il numero uno, l’alcol del sovrano Kim Jong-un, e il numero due, l’alcol per tutti gli altri.

L’alcol numero uno non è disponibile pubblicamente, ma puoi ottenerlo attraverso buone relazioni. È “” a base di patate e ha il “” gusto migliore. In passato era consentito vendere solo alcolici domestici, ma ora sono presenti sul mercato anche alcolici importati. In generale, l’alcol nella Corea del Nord è ad alta percentuale. Sebbene proibito, molti nordcoreani distillano il proprio liquore e lo vendono nei mercati locali. Le autorità sono impotenti contro di essa.https://slim4vit.pro/

Entusiasmo militare

In-hua Kim, scrittore di “” NK News “” è nato in Corea del Nord negli anni ’60. Suo marito è stato un soldato per anni. Dice che la vita non è così difficile quando sei nell’esercito. Vestiti e cibo sarebbero stati forniti ai soldati e alle loro famiglie dallo stato, quindi i soldati avrebbero cercato di non essere congedati dal servizio militare.

Un altro rapporto della Corea del Nord: la maggior parte dei soldati serve in Corea del Nord per dieci anni. Le donne soldato servono una media di sette anni. L’unità speciale, le guardie del corpo del sovrano Kim Jong-un, devono scontare 13 anni. “Questo servizio militare è obbligatorio in Corea del Nord, la maggior parte degli uomini entra nell’esercito dopo essersi diplomati al liceo” “, dice l’ex cittadino. Coloro che completano una laurea scientifica o tecnica devono solo andare alle forze armate per tre anni – una reliquia dei tempi di Kim Jong-il, che voleva promuovere queste scienze in questo modo.

Tacchi alti e donne che fumano

La Corea del Nord conduce da tempo una campagna antifumo. “” Molti nordcoreani fumano “, scrive Je Son Lee, che ha lasciato il paese nel 2012. Dopo il 2005, le giovani donne che fumavano in pubblico erano disapprovate, ma le cose sono cambiate. Tuttavia, ci sono tradizionalmente differenze tra i sessi quando si tratta di fumare. Il fumo è riconosciuto tra gli uomini, le donne preferirebbero farlo all’interno delle proprie quattro mura. Il fumo è generalmente rispettato nelle persone anziane, ma è considerato improprio se i giovani fumano prima degli anziani. Questo non è il caso dell’alcol, il consumo di alcol è generalmente accettato dalla società, indipendentemente dall’età o dal sesso.

E le donne nordcoreane almeno si vestono moderne quanto le donne occidentali quando si tratta di calzature. Una donna nordcoreana afferma che indossare tacchi alti non è raro; le donne indossavano già queste scarpe negli anni ’60 e ’70.

Nonostante tutta la normalità quotidiana, una cosa è un dato di fatto: in Corea del Nord la situazione dei diritti umani è ancora allarmante. Secondo il Rapporto di Amnesty International del 2017/2018, fino a 120.000 persone erano ancora detenute nei quattro noti campi di prigionia per prigionieri politici, dove sono state torturate e altrimenti maltrattate e hanno dovuto fare i lavori forzati “.” Alcuni dei Le violazioni dei diritti umani erano legate a crimini contro l’umanità. Anche i cittadini stranieri sono stati arrestati e trattenuti per lunghi periodi. Quindi chiunque viaggi in questo paese dovrebbe esserne consapevole.

I link contrassegnati da un asterisco (*) sono i cosiddetti link di affiliazione. Se fai clic su un link di affiliazione e fai acquisti tramite questo link, riceviamo una commissione dal negozio online o dal fornitore interessato. Per te il prezzo non cambia.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Non molto filtra attraverso il paese isolato, ma la Corea del Nord non è un mistero completo. I confini del Paese si sono aperti ai viaggiatori non solo dall’incontro tra il presidente degli Stati Uniti Trump e il governatore della Corea del Nord Kim Jong-un. Turisti, giornalisti e parti interessate dagli USA e da tutto il mondo visitano ripetutamente la “Repubblica Democratica Popolare di Corea”. Anche i nordcoreani che hanno lasciato il paese forniscono preziosi spunti. Quello che dicono del paese e dei suoi abitanti dà un’impressione della vita quotidiana delle persone lì.

La gente si inchina “” in onde coreografate “”, ha detto “” The New York Times “” giornalista Gardiner Harris 2018, descrivendo le sue impressioni sulla visita al monumento Mansudae. Le statue di bronzo del fondatore dello stato Kim Il-sung e di suo figlio Kim Jong-il (il padre dell’attuale sovrano) torreggiano sulla collina Mansu nella capitale della Corea del Nord Pyongyang. Nell’estate del 2018, Harris e altri giornalisti dell’entourage della delegazione statunitense hanno avuto le loro prime impressioni su Pyongyang. Si sono recati nel paese isolato nel corso dell’incontro tra Trump e Kim Jong-un.

Interessante anche: Vertice a Singagpur – Cosa hanno negoziato Donald Trump e Kim Jong-un

© APA / AFP / Kim Won Jin La folla si inchina davanti alle statue di Kim Il-sung e Kim Jong-il

Basta non attirare l’attenzione

Le loro auto erano quasi le uniche nel viaggio dall’aeroporto vuoto al centro di Pyongyang e agli ospiti statunitensi non era permesso fare un passo non accompagnati, spesso sotto forma di soldati. I nordcoreani sembravano ignorare deliberatamente gli stranieri, solo i bambini lo fissavano. Finora l’immagine della Corea del Nord corrisponde ai cliché. Tuttavia, i viaggiatori che hanno trascorso molto tempo in Corea del Nord o addirittura vi hanno vissuto sottolineano che la vita dei nordcoreani non è completamente al di fuori della norma a noi nota. I residenti vanno al cinema, sciano, bevono Coca Cola, studiano o hanno un lavoro regolare. Fuori dalla norma non è la vita dei nordcoreani, ma il regime in cui vivono. E questo è evidente anche nella vita di tutti i giorni.

© APA / AFP / Kim Won-Jin Edicole pubbliche: qui è dove le persone vengono informate sull’incontro tra Trump e Kim Jong-un

Già conosciuto? Questo è il paradiso sciistico segreto del dittatore Kim

Un paese in transizione

Al momento il paese sta cambiando molto, come descrivono gli ex residenti e viaggiatori. Molto viene modernizzato. “La Corea del Nord è un Paese che cambia, si sta spostando dall’isolamento al fast food, agli smartphone e alla chirurgia plastica”, ha dichiarato a marzo 2019 lo studente australiano Alek Sigley al quotidiano britannico “The Guardian”. Il 29enne – parla correntemente coreano – ha studiato per diversi mesi all’Università di Pyongyang. E ancora e ancora ha dato spunti sulla vita quotidiana nella capitale. Alla fine di giugno 2019, lo studente sentiva che il pugno di ferro del sovrano aleggia ancora su tutto. È stato arrestato con l’accusa di spionaggio e rilasciato una settimana dopo. Da allora ha lasciato il paese. La comunicazione dell’australiano con il sito web statunitense “” NK News “” potrebbe non essere piaciuta al regime. Il portale pubblica regolarmente storie di persone che hanno vissuto o vivono attualmente in Corea del Nord.

Sigley ha scritto su Twitter che si è rammaricato di non essere riuscito a completare il suo master alla “” Kim Il Sung University “”. Gli mancheranno moltissimo i suoi amici a Pyongyang e la città stessa. Ciò che rimane per lui sono le sue impressioni sul paese: una nuova classe di società si sta attualmente sviluppando in Corea del Nord che si definisce attraverso il consumo. Secondo l’australiano, ciò sta accadendo a causa della crescente liberalizzazione di alcuni settori economici. Nella vita di tutti i giorni una visita a un ristorante è quindi normale, le catene di fast food basate sul modello americano sono richieste tanto quanto il sushi o le repliche dei ristoranti cinesi. Puoi fare shopping lì – grazie alle importazioni – quasi tutti i marchi occidentali, da Adidas agli orsetti gommosi Haribo al gel doccia Dove. Anche le produzioni domestiche guadagnerebbero in qualità, come descrive Sigley. La carta del taccuino ora brilla di bianco anziché di grigio. Internet è ancora un tabù, ma il regime lascia che la tecnologia si espanda in modo che le reti interne migliorino sempre di più. I cosiddetti zombi per smartphone si possono trovare anche nella metropolitana di Pyongyang.

Nel video: leggi stravaganti che si applicano a Singapore

© Video: News.at

Tutto in onore della famiglia Kim

Indipendentemente dalla storia che si segue: la vita quotidiana dei nordcoreani è fortemente influenzata dall’adorazione della famiglia di Kim Jong-un. La parola “” Democratico “” in “” Repubblica democratica popolare di Corea “” esiste solo sulla carta. L’autore statunitense Travis Jeppesen ha visitato la capitale Pyongyang nell’estate del 2016 come studente (tra l’altro tramite l’agenzia di viaggi di Alek Sigley “” Tongil Tours “”). Ha detto al “New York Post” “di essere svegliato ogni mattina alle 5:00 dalla musica ad alto volume degli oratori pubblici alla versione strumentale della canzone” Where Are You, Dear General? “, Una canzone in onore di Kim Il-sung.

La maggior parte delle donne per strada indosserebbe gonne, sebbene i jeans siano ammessi in alcune posizioni. In ogni unità residenziale c’era una spia ufficiale del regime che trasmetteva al governo tutte le azioni dei residenti. Ogni tanto un occhio è stato chiuso un occhio. Ad esempio, una donna anziana ha affittato la sua stanza come “albergo a ore” per integrare il suo reddito. Un giorno, invece, ha osservato come un gelataio fosse stato improvvisamente portato via con la forza da due grossi poliziotti davanti ai suoi occhi.

Puoi trovare il libro di Travis Jeppesen “” Ci vediamo di nuovo a Pyongyang “” qui. *

Anche l’attore britannico “” Monty Python “” Michael Palin ha trascorso un po ‘di tempo in Corea del Nord. L’attore e giornalista di viaggio ha girato lì un documentario per l’emittente britannica “Channel 5”. Lo stesso Palin ha riferito di numerosi regolamenti che hanno dovuto osservare durante le riprese. Ad esempio, le statue di Kim Il-sung e Kim Jong-il potevano essere incluse solo nella loro interezza. Nel frattempo, alla troupe non è stato permesso di filmare. Anche la spazzatura per strada o i residenti che indossavano solo una maglietta intima non erano ammessi nella foto. Erano costantemente accompagnati e monitorati dai militari. Quando gli è stato chiesto se avesse una Bibbia con sé, ha risposto “” No “”. È stato molto, molto attento durante l’intera ripresa.

“” Michael Palin in Corea del Nord “”. Qui puoi vedere un estratto dal documentario.

A parte la rigida politica del regime, la vita quotidiana assomiglia in parte ai costumi occidentali. Sul sito web statunitense “” NK News “” (North Korea News), i nordcoreani che ora vivono all’estero hanno rivelato come si possa immaginare la vita quotidiana nel paese isolato:

I nordcoreani e l’alcol

I nordcoreani bevono molto e superalcolici, secondo un locale. “” Non ci sono molti bar, ma l’alcol può essere bevuto nei ristoranti, al mercato o nelle fabbriche (che producono bevande alcoliche; ndr) da bere a casa “, dice un nordcoreano. Nella sua città natale c’era un solo ristorante che vendeva alcolici ed è andato molto bene. Ci sono due tipi di alcol in Corea del Nord: il numero uno, l’alcol del sovrano Kim Jong-un, e il numero due, l’alcol per tutti gli altri.

L’alcol numero uno non è disponibile pubblicamente, ma puoi ottenerlo attraverso buone relazioni. È “” a base di patate e ha il “” gusto migliore. In passato era consentito vendere solo alcolici domestici, ma ora sono presenti sul mercato anche alcolici importati. In generale, l’alcol nella Corea del Nord è ad alta percentuale. Sebbene proibito, molti nordcoreani distillano il proprio liquore e lo vendono nei mercati locali. Le autorità sono impotenti contro di essa.

Entusiasmo militare

In-hua Kim, scrittore di “” NK News “” è nato in Corea del Nord negli anni ’60. Suo marito è stato un soldato per anni. Dice che la vita non è così difficile quando sei nell’esercito. Vestiti e cibo sarebbero stati forniti ai soldati e alle loro famiglie dallo stato, quindi i soldati avrebbero cercato di non essere congedati dal servizio militare.

Un altro rapporto della Corea del Nord: la maggior parte dei soldati serve in Corea del Nord per dieci anni. Le donne soldato servono una media di sette anni. L’unità speciale, le guardie del corpo del sovrano Kim Jong-un, devono scontare 13 anni. “Questo servizio militare è obbligatorio in Corea del Nord, la maggior parte degli uomini entra nell’esercito dopo essersi diplomati al liceo” “, dice l’ex cittadino.